Incompatibilità con il diritto UE della disciplina IVA italiana sul distacco di personale e prospettive sistematiche in tema di corrispettività delle operazioni imponibili (nota a Corte di Giustizia UE, 11 marzo 2020, causa C-94/19)

Di Edgardo Marco Bartolazzi Menchetti -

Nel dichiarare l’incompatibilità con l’ordinamento europeo della disciplina nazionale dettata in ambito IVA per il distacco di personale, che prevede l’irrilevanza di tali operazioni ove il distaccante riceva unicamente il rimborso dei costi sostenuti, la Corte di Giustizia ha fornito importanti indicazioni circa la nozione di onerosità come carattere costitutivo delle cessioni di beni e prestazioni di servizi imponibili, che si conferma un concetto estraneo alle categorie assunte ed alla terminologia impiegata dal legislatore tributario interno.

The European Court of Justice declared that the Italian VAT law for secondment of staff, where is provided that such operations are irrelevant when the deployer receives only a refund for the costs sustained, does not conform to the European legal system, and gave important  guidance about the meaning of the consideration required to configure a taxable supply of goods or supply of services, which is confirmed as an alien concept in respect to the cathegories underlying and the terminology used by the italian tax-lawmaker.