Appunti in tema di alternatività IVA-registro

Di Andrea Fedele -

L’alternatività IVA – imposta di registro è caratteristica strutturale di quest’ultimo tributo, risultante da scelte sistematiche del legislatore della riforma; non configura un’agevolazione né costituisce eccezione. Gli atti soggetti a questo regime (imposta fissa di registro e registrazione solo in caso d’uso per le scritture private non autenticate) sono quelli “relativi” ad “operazioni” soggette ad IVA, identificate secondo la disciplina di questa imposta. La casistica giurisprudenziale evidenzia, nell’applicazione, orientamenti restrittivi motivati con argomenti spesso privi di fondamento normativo. 

The alternativity between VAT and registration tax is a structural element of the registration tax, due to choices made in the context of the tax reform. Such alternativity is not incentive nor an exception. This tax regime (fixed amount of registration tax and registration only in case of use for non-notarized private writings) applies to deeds “concerning” “transactions” subject to VAT, identified pursuant to the VAT rules. The case law indicates, when applying this rule, restrictive approaches based on grounds which are often without base in the law.