Il concorso nell’illecito fiscale della persona giuridica. La fine ragionevole di un equivoco ed uno spunto per il futuro? (nota a Cass. n. 9449 del 2020)

Di Marco Di Siena -
La Corte di Cassazione afferma il principio secondo cui non è possibile il concorso di una persona fisica nella violazione del contribuente persona giuridica. Tale esclusione è fondata sull’art. 7 del D.L. 269/2003 in forza del quale le sanzioni amministrative tributarie devono essere riferite esclusivamente alla persona giuridica (in conformità con lo scopo, desumibile dal menzionato Decreto Legge, di eliminare lo schema personalistico previsto dal precedente regime fiscale).

The Supreme Court states the principle according to which it is not possible the participation of an individual in the administrative violation referred to a legal person. This exclusion is grounded on the basis of art. 7 of Law Decree no. 269/2003 expressing the lawmaker’s will pursuant to which the fiscal administrative sanctions must be referred to the legal person only (in line with the aim, arising from the above mentioned Law Decree, to eliminate the individual scheme provided by the precedent fiscal regime).