Rassegna ragionata e ricostruzione critica (alla luce di dottrina, prassi e giurisprudenza di merito) della “terza stagione” della Corte di Cassazione in tema di tassazione dell’atto di dotazione del trust

Di Angelo Busani -

Sul tema della tassazione dell’atto di apporto di beni in un trust, la Corte di Cassazione ha emanato, nel corso del 2019, una ventina di univoche decisioni, invertendo la sua precedente giurisprudenza: originariamente, la Cassazione aveva deciso che l’imposta di donazione si applicasse nel momento istitutivo del vincolo di destinazione, ora invece è stato affermato che l’istituzione del vincolo non è intuibile come manifestazione di capacità contributiva.

During 2019, the Italian Supreme Court (“Suprema Corte di Cassazione”) issued about twenty decisions, identical in content, reversing its previous jurisprudence, on the matter of the imposition of gift tax on the contribution of assets to a trust: initially, the Court decided that the gift tax should be applied when the constraint of destination (“vincolo di destinazione”) is established, but it has now been stated that the establishment of the constraint (“vincolo”) cannot be considered as a manifestation of contributory capacity.