Il divieto di ingiustificato arricchimento e le nuove prospettive del rimborso tributario

Di Rossella Miceli -
Negli ultimi decenni nella materia del rimborso dei tributi si è realizzata una importante evoluzione, che incide sui principi generali della materia. Nella regolamentazione di alcuni tributi il modello generale di ripetizione dell’indebito è stato integrato dal divieto di arricchirsi ingiustificatamente. Si tratta di un modello attualmente adottato in numerosi Paesi europei e recepito dall’Unione europea. L’ammissione di tale modello deve però ancora realizzare alcuni importanti passaggi che a livello nazionale non si riescono ancora ad effettuare, soprattutto in seno alla giurisprudenza di legittimità. Il recepimento del divieto di arricchirsi ingiustificatamente definisce un quadro normativo maggiormente adatto alle dinamiche impositive ed economiche attuali.
In the last years on the matter of tax refund an important evolution has been realized which regards the general principles of tax law. Into the regulation of some taxes, the principle of restitution of undue payment has been integrated with the general prohibition of unjustified enrichment. It is a standard currently adopted in the most European countries. The statement of the law about the unjustified enrichment has still to make some important steps, which in Italy are difficult to do, especially by the national Courts. The implementation of the prohibition of unjustified enrichment defines a regulatory framework more adequate to the current economics and fiscal relationships.