Definizione agevolata delle liti fiscali e concetto di atto impositivo: orientamenti della giurisprudenza di legittimità e della prassi amministrativa (nota a Cass. n. 7099/2019)

Di Alessandro Turchi -

Come in occasione di precedenti sanatorie fiscali, anche la disciplina della definizione agevolata delle liti fiscali pendenti prevista dall’art. 6, D.L. 23 ottobre 2018, n. 119 circoscrive l’applicazione dell’istituto alle liti aventi ad oggetto atti impositivi. Sul concetto di atto impositivo si sono espresse più volte la Corte di cassazione e l’Agenzia delle entrate. Anche la sentenza in commento si pronuncia sul punto, adottando una posizione che si discosta dall’orientamento prevalentemente sostenuto in passato.
As in previous tax amnesties, the regulation of the definition of pending tax disputes provided for by art. 6, D.L. October 23, 2018, n. 119 circumscribes the application of the institute to disputes concerning tax provisions. The Court of Cassation and the Inland Revenue have repeatedly expressed their views on the concept of tax provision. Also the sentence in comment pronounces on the point, adopting a position that differs from the orientation prevalently supported in the past.