Il processo di “semplificazione” dei procedimenti di notificazione. Osservazioni e criticità (nota a Corte cost. n. 175/2018)

Di Francesco d’Ayala Valva, Licia Fiorentini -

La Consulta prende atto del difforme regime di notificazione, previsto dall’art. 26, comma 1, Dpr 602/1973 (notificazione “diretta” da parte dell’Agente della riscossione), rispetto ai comuni procedimenti notificatori, per l’assenza di alcuni adempimenti, tra cui la comunicazione di avvenuta notificazione (cosiddetta “CAN”), ritenuti essenziali, in relazione a questi ultimi. Pur tuttavia, per ragioni di “semplificazione”, ovvero per ragioni di rapidità della riscossione, la stessa afferma la validità dello “speciale” procedimento legale di notificazione e, a fronte di questo evidente vulnus, inserisce un “correttivo” giudiziale, qual è la “rimessione in termini”, che mal si adatta ad una ef fettiva tutela del destinatario.
The constitutional court adapts to the swaying wishes of the legislator, justifying the
reduction of the protections of the addressee of the notification.