L’intervento del Fisco su ordine del giudice tra l’ammissibile collaborazione con le Commissioni tributarie e l’illegittima riassegnazione della potestà impositiva

Di Giuseppe Ingrao -

Nell’ambito delle controversie aventi ad oggetto casi complessi di valutazione della fattispecie imponibile, accade di frequente che le Commissioni tributarie, in luogo della nomina del consulente di ufficio, richiedano all’Agenzia delle entrate di effettuare nuovi conteggi sulla base di precisi criteri direttivi indicati nella sentenza. Ciò posto si intende verificare la legittimità della “collaborazione” tra giudice e Fisco alla luce della normativa sull’accertamento e sul processo tributario.

In the case of disputes involving complex cases of assessment of the taxable event, it is frequently the case that the judge, in place of the nomination of the office consultant, require the Revenue Agency to make new counts on the basis of precise managerial criteria set out in the judgment. Expected this is investigating the legitimacy of the “collaboration” between the judge and the Fiscal Authority on basis of the law on the assessment and the taxation process.