La Corte costituzionale e i tributi al tempo della crisi: l’“autogoverno” degli effetti delle declaratorie di incostituzionalità e la prospettazione di una incostituzionalità solo pro futuro

Di Loredana Carpentieri -

Con sentenza n. 10/2015, la Corte costituzionale ha ritenuto incostituzionale la c.d. Robin Hood Tax (introdotta nel 2008 e finalizzata a redistribuire gli extraprofitti realizzati dalle imprese del settore energetico) per violazione dei principi di uguaglianza e capacità contributiva di cui agli artt. 3 e 53 della Costituzione. Poiché la Robin Hood tax rappresentava comunque una quota significativa del gettito italiano, la Corte costituzionale ha scelto di evitare problemi al bilancio nazionale, optando per la non retroattività degli effetti della sua decisione; e in questa prospettiva, ha stabilito che tale decisione avrebbe avito effetti solo dal giorno successivo alla sua pubblicazione in Gazzetta uffciale, escludendo dunque ogni effetto retroattivo della pronuncia di incostituzionalità.  Questo contributo esamina il fenomeno dell’autogoverno degli effetti temporali delle declaratorie di incostituzionalità nel contesto della più recente giurisprudenza costituzionale in tema di tributi e dei condizionamenti derivanti dalla necessità di effettuare un bilanciamento di valori costituzionali.

With decision n. 10/2015, the Italian Constitutional Court declared the Energy Tax Surcharge (ETS, also referred to as the “Robin Hood tax”, introduced in 2008 for the purpose of redistributing the extra profits realized by companies operating in the energy sector) unconstitutional for violating the general principles of equality and ability-to-pay respectively set forth by Articles 3 and 53 of the Italian Constitution. Because the ETS represented a significant share of the Italian internal revenue, the Court chose to prevent national budget concerns by opting for the non-retroactivity of the effects of its decision; therefore the consequences of the Court’s decision should be effective from the day following the date of its publication in the Official Gazette without any retroactive impact. This contribution examines the phenomenon of the self-government of the temporal effects of the declaratories of uncostitutionality in the context of the most recent constitutional jurisprudence on taxation, often conditioned by the necessity to effect a balancing of constitutional values.